Black cherry, plum, spice and tobacco flavors are the
hallmarks of this polished, sophisticated Brunello.
Beautifully balanced, with soft tannins that provide
pillowy support. Stays vibrant on the lingering finish.
Best from 2018 through 2032.

BS

Brunello La Gerla 1980, tra i vini degustati durante il 50° anniversario de il Consorzio del Brunello

http://divini.corriere.it/

Intriguing aromas of cherry, soy and Szechuan peppercorngive way to cherry and cedar flavors in this elegant red.
The core of cherry builds as this persists on the finish.

Pure cherry, rose and raspberry aromas and flavors are expressive in this complex, ripe Brunello. Hints of leather, tobacco, mineral and spice lay in wait, but this is all about the fresh fruit at this stage. Very harmonious, yet with plenty of structure. Long on the finish. Best from 2017 throught 2032.

sono lieto di informarvi che da quest'anno La Gerla si è
dotata del tavolo di cernita acini. Avevamo già da tempo
avviato la cernita dei grappoli che dopo una attenta
selezione in vigna ed in vendemmia venivano
attentamente scelti e minuziosamente verificati in
cantina prima di passare nei tini. Quest'anno abbiamo
deciso di investire in una sgranellatrice (gli acini arrivano
intatti nei recipienti di fermentazione) e quindi in un
tavolo vibrante che ci ha permesso di intervenire
scartando gli acini non perfettamente maturi e tutto
ció che non contribuisce all'otteninento di una qualità
assoluta. Questo ulteriore passo in avanti insieme
alla straordinaria qualità della vendemmia 2015 sono
certo che ci permetterà di produrre vini eccellenti e unici.

Alberto Passeri

 

 
 
 
 
Poggio gli Angeli 2014
 
Un vino dal carattere spiccato, fresco e fruttato, diretta espressione del nostro sangiovese (così come recita la contro etichetta). Indicato per il consumatore che sa apprezzare la semplicità e la freschezza di un vino giovane (4 mesi di legno) ma che non vuole rinunciare ad un prodotto che ha comunque una forte connotazione territoriale.

Un vino che pertanto si va a collocare subito sotto il nostro Rosso di Montalcino ma con il quale ha tanti elementi in comune. Primo tra tutti la sua origine ampelografica, il sangiovese in purezza, poi la selezione delle uve e la vinificazione attenta e rigorosa, infine la botte grande di Rovere di Slavonia che lo rende così equilibrato nel gusto e classico nello stile.

Alberto Passeri

Per la visione del sito è necessario orientare il dispositivo in orizzontale

Per la visione del sito è necessario orientare il dispositivo in verticale